rr

Environ Health Perspect 1999 Oct;107 Suppl 5:793-802

Occupational exposure to crystalline silica and autoimmune disease.

Parks CG, Conrad K, Cooper GS

Epidemiology Branch, National Institute of Environmental Health Sciences, Research Triangle Park, NC 27709, USA. parks@niehs.nih.gov

Occupational exposure to silica dust has been examined as a possible risk factor with respect to several systemic autoimmune diseases, including scleroderma, rheumatoid arthritis, systemic lupus erythematosus, and some of the small vessel vasculitidies with renal involvement (e.g., Wegener granulomatosis). Crystalline silica, or quartz, is an abundant mineral found in sand, rock, and soil. High-level exposure to respirable silica dust can cause chronic inflammation and fibrosis in the lung and other organs. Studies of specific occupational groups with high-level silica exposure (e.g., miners) have shown increased rates of autoimmune diseases compared to the expected rates in the general population. However, some clinic- and population-based studies have not demonstrated an association between silica exposure and risk of autoimmune diseases. This lack of effect may be due to the limited statistical power of these studies to examine this association or because the lower- or moderate-level exposures that may be more common in the general population were not considered. Experimental studies demonstrate that silica can act as an adjuvant to nonspecifically enhance the immune response. This is one mechanism by which silica might be involved in the development of autoimmune diseases. Given that several different autoimmune diseases may be associated with silica dust exposure, silica dust may act to promote or accelerate disease development, requiring some other factor to break immune tolerance or initiate autoimmunity. The specific manifestation of this effect may depend on underlying differences in genetic susceptibility or other environmental exposures.

Publication Types:

  • Review
  • Review, academic

Traduci in ITALIANO!
PMID: 10970168, UI: 20417009


in formato format



I dati riportati provengono dal servizio PubMed (TM) del National Center for Biotechnology Information (NCBI), e dall'Unified Medical Language System« (UMLS) edizione 1998, divisioni della statunitense National Library of Medicine (NLM). Il sistema di ricerca Ŕ stato tradotto in lingua italiana, semplificato ed integrato con altre opzioni di ricerca e di aiuto dalla Dematel (Servizi informativi telematici per la medicina e la ricerca biomedica). L'interfaccia italiana della Dematel Ŕ consigliata dalla National Library of Medicine come guida in Italiano a Medline.
Si ricorda che tutte le informazioni ricavate da questo database sono soggette a copyright, e che gli utenti devono attenersi sotto la propria responsabilitÓ a tutte le relative norme: in pratica, Ŕ consentito utilizzare i dati ricavati per scopo di informazione personale e professionale, ma Ŕ vietato copiarli o ripubblicarli altrove.
Sia il servizio PubMed (TM); che l'interfaccia in italiano sviluppata da Dematel sono attualmente in fase sperimentale, e sono quindi possibili errori ed omissioni, modificazioni del sistema di ricerca o sospensioni del servizio. Nessuna responsabilitÓ di alcun genere Ŕ attribuibile a Dematel in relazione alla correttezza, alla completezza ed all'uso dei dati forniti, che vanno sempre interpretati soltanto dal medico, alla luce delle proprie competenze cliniche. Si sconsiglia a chi non sia medico, farmacista o comunque non abbia una formazione specifica universitaria nel settore biomedico di utilizzare questi dati per altri motivi che non siano di semplice consultazione, ed in particolare si sconsiglia vivamente di intraprendere, sospendere o modificare terapie farmacologiche o di altro genere sulla base dei dati riportati.
PER OGNI PROBLEMA DI SALUTE, RIVOLGETEVI SEMPRE AL VOSTRO MEDICO!
Si ringraziano i responsabili del progetto PubMed (TM) per l'approvazione e l'aiuto accordati. Per informazioni sull'interfaccia in italiano, contattare info@dematel.com.


Copyright 1997-2000 HOMEOPATHY on Line